Crescere con l'emofilia - Consigli per genitori e insegnanti - Prevenire un'emorragia
Prevenire un'emorragia

Le emorragie più comuni nel bimbo emofilico sono:

  • Sangue dal naso (epistassi): esercitare pressione con un dito all’esterno della narice interessata per 15-20 minuti1.
    Nel caso l’emorragia non si arrestasse: mettere seduto il bimbo con la testa reclinata in avanti e lasciare che il sangue coli, pulire la narice, introdurre un tampone emostatico (da togliere dopo almeno un paio di giorni) e applicare del ghiaccio. Non inserire cotone normale perché togliendolo potrebbe riprendere l’emorragia.

  • Emorragie dalla bocca: possono interessare la gengiva (pressione con tampone emostatico per 15-20 minuti)1; frenuli, lingua o guance (alla lunga possono causare anemie); la parte posteriore della bocca (tali emorragie sono gravi perché possono impedire il passaggio d’aria e gonfiare lingua, collo o gola)

  • Emorragie alle articolazioni: gli emartri si manifestano rapidamente con gonfiore dell’articolazione interessata (ginocchio, gomito, caviglia, spalla) che diventa calda e dolente. Talvolta appare la febbre. Cambiamenti di postura e movimenti del bimbo sono segnali di emartro.
    ll genitore deve porre l’articolazione a riposo assoluto; deve bendare con leggera compressione; deve tenere l’arto interessato ad un livello più alto del torace; deve somministrare antidolorifici ed è vietata la somministrazione di aspirina.

  • Ematomi: dovuti a emorragie nel tessuto sottocutaneo e muscolare dovute a un trauma. Sintomi sono gonfiore, calore e dolenzia, mentre gli aloni bluastri appaiono solo a emorragia avanzata o terminata. Si consiglia di applicare ghiaccio ed esercitare una pressione per 10-15 minuti ripetendo l’operazione ogni 4-6 ore per alleviare il dolore1; si deve applicare una pomata di arnica, anche nei giorni seguenti.

  • Emorragie dell’apparato digerente: accompagnate da nausea e vomito, feci scure e talvolta con sangue, stanchezza e pallore improvviso. Il bimbo va messo a riposo. Si devono avvisare i familiari, se il bimbo si trova a scuola, e il centro emofilia di riferimento.

  • Ematuria (sangue nelle urine): accompagnata da senso di peso alle vie urinarie e male ai reni. Sono emorragie dolorose che possono durare anche 10-15 giorni. Il bimbo va tenuto a riposo e deve bere molta acqua. Si deve controllare la colorazione delle urine e, su consiglio medico, somministrare antidolorifici o antispastici.

1. Treatmen of specific hemorrhages. 2012 World Federation Of Hemophilia

L.IT.MKT.01.2018.3219

PER CAPIRNE DI PIÙ

Tampone emostatico

A base di alginato di calcio, ha la capacità di bloccare la perdita ematica e favorire la cicatrizzazione della ferita. Può essere utilizzato sia nel naso per l’epistassi sia sulla cute, in caso di piccole emorragie cutanee.


Frenulo

Sottile lamina tissutale di natura fibro-mucosa che congiunge la parete ventrale della lingua alla mucosa del pavimento orale.