Scoprire l'emofilia - La coagulazione del sangue - Il processo della coagulazione
La coagulazione del sangue

In caso di perdita di sangue l’organismo risponde rapidamente per arrestare l’emorragia. Questo meccanismo fisiologico di difesa viene chiamato emostasi.

L’emostasi è un processo complesso, costituito da diverse fasi, tra cui la coagulazione (vedi COME INIZIA L’EMORRAGIA). Il coagulo si forma dopo la contrazione del vaso sanguigno e la formazione del tappo di piastrine a livello della parete danneggiata.

L’attivazione del processo di coagulazione avviene “a cascata”, ovvero le proteine che partecipano al processo (chiamate fattori di coagulazione e contraddistinte da un numero romano) vengono attivate una dopo l’altra secondo uno schema ben definito. Il risultato finale della cascata della coagulazione è l’attivazione della fibrina e quindi la formazione di un coagulo sopra il tappo di piastrine. 

La coagulazione

Nei pazienti con emofilia la mancanza o la scarsa produzione dei fattori VIII o IX della coagulazione porta ad una interruzione della cascata e quindi non si ha la formazione del coagulo, indispensabile per l’arresto dell’emorragia.


L.IT.COM.11.2016.1878

Che cosa è l’emofilia?

È un disturbo della coagulazione del sangue causato da un’alterazione genetica. Scopri di più

PER CAPIRNE DI PIÙ

Proteine

Grandi molecole (macromolecole) costituite da catene di amminoacidi che svolgono una vasta gamma di funzioni all’interno dell’organismo.

Meccanismo fisiologico

Processo che avviene per natura all’interno dell’ organismo.

Piastrine

Fanno parte della frazione corpuscolata del sangue. Sono le cellule del sangue che rivestono un ruolo importante nelle prime fasi del processo di emostasi.

Emostasi

Processo fisiologico che si attiva in caso di perdita di sangue e si compone di tre fasi: restringimento del vaso sanguigno, formazione del tappo di piastrine e, da ultimo, formazione del coagulo.